Scopri le OFFERTE SPECIALI clicca qui >> Consegna GRATIS con un ordine di € 55,00 + iva Servizio Clienti 02 9101951

Dolori in ufficio: Cinque consigli utili per eliminarli.

Dolori al collo mentre sei in ufficio?

dolori al collo

Quante volte ti è capitato di avvertire mal di schiena, dolori al collo e tensioni ai polsi mentre stai lavorando alla tua postazione di lavoro?

il 70% dei lavoratori che usano un PC hanno sofferto di qualche disturbo dovuto ad una cattiva postura durante la propria attività lavorativa.

Da una ricerca è emerso che migliorare le condizioni di lavoro attraverso l’uso di appositi strumenti, oltre a diminuire i disturbi, aumenta la produttività lavorativa.

Quindi un duplice beneficio per lavoratori e datori di lavoro.

Ecco cinque preziosi consigli su come evitare cattive posture e migliorare il proprio ambiente di lavoro:

-Evita di tenere la schiena inclinata. Per avere un buona postura la tua schiena deve rimanere appoggiata allo schienale della tua sedia. Usa un supporto lombare ed un poggiapiedi.

-Quando usi il mouse cerca di appoggiare sempre il polso su un supporto poggiapolsi evitando una pressione che può causare dolori ed infortuni.

-Per evitare dolori al collo cerca di tenere lo schermo alla distanza equivalente al tuo braccio e ad un’altezza ottimale (ideale sarebbe al livello dei tuoi occhi). Se necessario utilizza un supporto monitor.

-Cerca di tenere gli oggetti che usi frequentemente a portata di mano.

-Ricordati di fare ogni tanto una breve pausa per sgranchirti le gambe, il collo e le braccia.

Se vuoi acquistare i supporti ergonomici visita la ns. sezione - clicca qui >>

bruno mutti

Bruno Mutti | Cofondatore di targetsas.it | email | Dal 1995 mi occupo di prodotti per ufficio. Negli ultimi anni tutte le mie energie sono concentrate sui contenuti e sulle attività sul web. Il sito targetsas.it e il suo Blog sono il risultato della passione che ho per l'ufficio e per tutto quello che ci gira intorno

 

I PIU' VENDUTI DELLA CATEGORIA

2 pensieri su “Dolori in ufficio: Cinque consigli utili per eliminarli.”

Lascia un Commento